City Lingual Blog

Monica Bellucci: icona della bellezza italiana nel mondo

Monica Bellucci

È Monica Bellucci che dà il volto a Lucia Sciarra, la vedova che seduce James Bond in “Spectre” , l’ultimo capitolo della famosa saga da poco uscito nelle sale di tutto il mondo. L’apparizione dell’attrice italiana dura in totale pochi minuti, eppure tutti i giornali hanno parlato di lei, la bond girl più matura di sempre, cinquantuno anni compiuti il 30 settembre, quattro anni in più del protagonista Daniel Craig. È «un fatto rivoluzionario e adatto ai tempi che viviamo», ha commentato il regista Sam Mendes; «è la chimica tra uomini e donne che conta, non l’età» ha sottolineato Monica Bellucci. In passato l’attrice aveva rifiutato il ruolo di bond girl e possiamo immaginare la delusione di Pierce Brosnan, che al tempo interpretava Bond, per non aver potuto lavorare al suo fianco.
Molte volte paragonata a Sophia Loren come simbolo della bellezza italiana nel mondo, Monica non è solo bella, ma anche brava. In oltre vent’anni di carriera, ha ottenuto successo e riconoscimenti importanti, è un volto conosciuto del cinema francese e ha anche recitato in numerose produzioni hollywoodiane. Tuttavia, forse a causa del suo passato di modella, il cinema italiano ha tardato ad apprezzarla e valorizzarla e ancora oggi in Italia c’è chi mette in dubbio il suo talento.
Nata a Città di Castello in Umbria, si trasferisce a Milano per lavorare come modella. Qui entra nella famosa agenzia “Elite” e in poco tempo conquista le copertine delle maggiori riviste di moda. Monica, però, sogna il cinema e nei primi anni ‘90 tenta la strada della recitazione debuttando nel film “Vita coi figli” diretto da Dino Risi, uno dei registi più importanti della commedia all’italiana. Fin dall’inizio della sua carriera cinematografica Monica guarda anche al cinema internazionale. Nel 1992 è una delle donne di Dracula nel film “Dracula di Bram Stoker” di Francis F. Coppola. Nel 1995 è la protagonista femminile del film francese “L'appartament”, film grazie al quale incontra il collega Vincent Cassel, suo marito fino al 2013 e padre delle sue due figlie, Deva e Leonie. Il sodalizio tra Monica e Vincent non è solo di natura personale, ma anche professionale. I due hanno infatti recitato insieme in molti film, fino alla recente decisione di separarsi. Una separazione amichevole, come dimostra Monica rispondendo ad una domanda di una giornalista italiana sulla vita di una mamma single: «non sono [una mamma] single. Le mie figlie hanno un padre che vedono regolarmente, sebbene la nostra storia sia finita due anni fa».
Ricorderete sicuramente Monica Bellucci per alcuni film di grande successo: “Under Suspicion”, accanto a Gene Hackman e Morgan Freeman; “La passione di Cristo” di Mel Gibson dove è Maria Maddalena, la saga di Matrix. Il riconoscimento come diva italiana è arrivato nel 2000 con il film “Malena” del premio Oscar Giuseppe Tornatore. Dopo questa interpretazione, Monica ha avuto altri ruoli importanti in commedie italiane di successo, come “Ricordati di me” di Gabriele Muccino, ed è stata giurata al Festival di Cannes. Nonostante i suoi impegni nel cinema, non ha mai smesso di prestare la sua immagine per pubblicizzare gioielli, profumi, cosmetici, biancheria intima e orologi. Gli stilisti Dolce e Gabbana hanno scelto Monica Bellucci per molte loro campagne pubblicitarie consacrandola ad icona della donna mediterranea.

Monica Bellucci: icon of Italian beauty worldwide

Spectre's logo

Monica Bellucci’s most recent role is Lucia Sciarra, the widow who seduces James Bond in “Spectre”, last chapter of the well known saga just released all around the world. Although her appearance on screen lasts for few minutes in total, all the press talked about Monica, the oldest ever bond girl. She turned 51 on the 30th of September and is four years older than Daniel Craig. Director Sam Mendes commented his choice saying that «it’s revolutionary and appropriate for the time in which we live»; Italian born actress Bellucci stressed that «it’s chemistry between men and women that counts, not age». Monica had previously declined a bond girl role and we can imagine how disappointed Pierce Brosnan – James Bond at the time - must have been for not working with her.
She has often been compared to Sophia Loren as a symbol of Italian beauty. However, Monica is not only an attractive woman, but also a good actress. During her over twenty years career, she achieved international success, became a popular face of French cinema and took part in several Hollywood productions. However, probably because of her previous modelling career, she struggled to be appreciated by Italian cinema as well. There are still people in Italy questioning her talent.
She was born in Umbria (Città di Castello) and then moved to Milan to work as a model. Employed by the famous agency “Elite”, she appeared on the covers of the most famous fashion magazines. Her dream was the cinema though, and at the beginning of the’90 she had her acting debut with “Vita coi figli”, a movie by Dino Risi, one of the most important directors of the Italian-style comedy. Since the beginning, Monica aimed at international cinema as well. In 1992 she was one of Dracula’s lovers in “Bram Stoker’s Dracula” by Francis F. Coppola. In 1995 she was the female protagonist of the French movie “L'appartament”. Thanks to this movie Monica met Vincent Cassel, with whom she then got married and had two daughters, Deva and Leonie. The relationship between Monica and Vincent was both personal and professional: until their divorce in 2013 the couple played together in several movies. They are now happily divorced as shown by Monica’s answer to a question regarding life as a single mum: «I am not a single mum. My daughters have a father and see him regularly, although we ended up our love relationship two years ago».
You surely remember Monica Bellucci for her performance in a few successful movies: “Under Suspicion”, together with Gene Hackman and Morgan Freeman; “The Passion” by Mel Gibson where she is Mary Madgalene, the Matrix saga. In 2000 Monica’s performance in “Malena” by Oscar winner director Giuseppe Tornatore made her a truly Italian diva. After this movie, she obtained other important roles in popular Italian comedies, like “Ricordati di me” by Gabriele Muccino, and was a jury member of Cannes Film Festival.
In addition to her cinema career, she has become a brand ambassador for many advertisements (jewels, perfumes, cosmetics, lingerie and watches). Fashion designers Dolce and Gabbana chose Monica Bellucci for many of their campaigns, transforming her into the icon of Mediterranean woman.

Author: Margherita Baldisserri


Get in touch

Are you curious to learn more about the language courses we offer?
Drop us a message. We will get back to me as soon as possible.

Back to posts list

Latest Posts